"
About me

mikadosaim - Bari, Italy

Questo blog nasce un po' per gioco e un po' per sfogo in un periodo non buono della mia vita. Sono nota per quella che comincia tante cose, ma raramente le porta a termine, per pigrizia o forse per scarsa costanza e impegno. Mi riprometto spesso di cambiare e questo è il mio punto di partenza per un viaggio che non si sa quando finirà , ma a cui chiunque può partecipare per fare insieme anche solo un pezzo di strada o volendo tutto il percorso. Scoprirete una persona sensibile, curiosa, un po' introversa e timida, ma sempre disponibile al confronto e allo scambio di opinioni. Auguro Buon Viaggio a tutti !

Chi leggo

Nuvole di parole

Post recenti
Pubblicazioni di Libero
21 aprile 2006

Un'anti-bigbabol


E' da un po' di giorni che mi arrovello per capire quali possano esser i temi dei miei post che possano attirare l'attenzione di coloro che passano casualmente da questo blog e li convincano a fermarsi e a commentare; poi per una serie di coincidenze mi sono imbattuta in un articolo dell'ultimo numero di VF su un tale Lewis Wingrove, inglese trasferitosi in Francia che in un anno ha deciso di frequentare una donna alla settimana incontrandole prima in internet e poi dal vivo e nel contempo ha scritto un blog "schedando ogni donna, ogni particolare anatomico ( seni abbondanti o minuti, sederi piatti o perfetti, modelli di lingerie usata), assegnando voti a ogni incontro e a ogni performance (con un originale indice « Chupa Queen » per valutare l'abilità nel sesso orale )" ed ora è anche uscito il suo libro "Me la dai la mail?"; poche ore dopo incontro nimroth, il quale mi fa leggere un titolo de La Stampa su un blog di quattro ragazze padovane in cui raccontano le loro avventure sessuali e non, dipingendo in maniera ironica la vita della loro città e dei loro amanti. Oggi ritrovo l'articolo sul Corriere della sera e scopro che le quattro ragazze non sono proprio in erba e inizio ad esaminare il fenomeno un po' più accuratamente. Ho capito che la cultura non paga, non serve parlare di politica, non serve parlare di libri o cinema, il popolo italiano e non, gradisce argomenti nazional-popolari come sesso e televisione e nient'altro. Colui che torna a casa dopo una giornata snervante di lavoro e si mette in rete, ha voglia di svagarsi e cosa c'è di meglio se non andare a leggere racconti erotici di sconosciuti regalandosi spaccati di vita reale? Oppure parlare di argomenti futili come i programmi in televisione e in particolare analizzare tutto ciò che succede in quelli più trash? Siamo tutti così morbosi e assatanati, inebetiti dalla tv, vogliosi di spiare e confrontarci con altre persone.

Dal mio canto posso dire che anch'io ne avrei di episodi da raccontare, ho vissuto con altre ragazze per anni da sole in casa e alcune di loro erano molto disinibite ( il termine rispolverato dalle padovane del "trombamico" era stato già coniato svariati anni fa dalla mia amica con "scopamico" ), ma preferisco lasciare i racconti sotto le lenzuola nella camera da letto e occuparmi anche di altro. E ho anche capito che le padovane sono più estroverse, da queste parti non so quante avrebbero associato anche le foto dei volti togliendosi dall'anonimato; il loro modello è Sex & the City, al giorno d'oggi lo è un po' di tutte le ragazze della mia generazione e oltre, ma io non me lo sognerei neanche di identificarmi in Samantha, e poi con tutta questa libertà sessuale sbandierata anche dopo i 30, ragazze mie non lamentatevi se vi ritrovate alla soglia dei 40 con il desiderio di avere dei figli e non riuscite a concepirli e rompete le scatole con la fecondazione assistita. Ma qualcuno ha calcolato i danni dei poveri bambini che quando avranno 20 anni si ritroveranno con dei nonni al posto dei genitori e con tutti i problemi che ne conseguono? E poi dopo gli -anta chi ce l'ha ancora la forza di passare notti insonni con un pargolo in fasce?!? Ribadisco che per me c'è un tempo per tutto, i 20 per le sperimentazioni in campo sessuale, ai 30 l'obbiettivo dovrebbe essere un po' più alto del "Cerco l'uomo in Porsche che mi sposi e mi mantenga".


posted by mikadosaim at 12:00 | Permalink |

[ back home ]

Comments for Un'anti-bigbabol
ho potuto verificare di persona che la politica non tira; ho postato due mie personalissime opinioni e ho avuto un calo di contatti in quei due giorni... ma la spiegazione è semplice: è un argomento da cui le persone si tengono lontane, un pò per assuefazione e un pò per scarsa sopportazione di chi opera nel settore... il motore della rete è la prurigine e scoprire come trascorrono il tempo 4 sedicenti sfigate può attirare contatti più facilmente che un'opinione sulla formazione del nuovo governo... secondo me bisogna principalmente chiedere a noi stessi perchè abbiamo un blog e cosa ci aspettiamo dalla possibilità di diffondere il nostro piccolo pensiero nel mondo... non credo scriverò di televisione e escludo di fare partecipe il mondo delle mie abitudini sessuali; sono convinto che qualcuno interessato a leggere le mie facezie, ci sia... le bigbabol spariranno presto, mentre magari noi saremo ancora qui a scrivere e a leggerci tra di noi... non ti crucciare, saluti...

Hai ragione!!! Ormai ovunque l'unica cosa che fa scalpore e desta l'attenzione di una grande parte di persone è tutto ciò che concerne il sesso. Giusto per far capire la grandezza del fenomeno faccio un piccolo esempio: tempo fa volevo guadagnare una piccola sommetta di denaro attraverso qualche sito in internet; dovevo riuscire a creare un sito interessante e molto visitato da persone, che avrebbero accuratamente cliccato i miei sponsor per convincermi ad aggiornare continuamene il sito. Ebbene sì, ne creai uno a tema erotico... Bhè in tre mesi 89000 persone proveniente dall'Italia e dal resto del mondo entrarono incrementando le mie entrate pecuniare.

E' questo che mi fa paura, i numeri: 89000 visite in 3 mesi contro le mie 132 in neanche 2. Non c'è storia, l'industria del sesso non verrà mai sconfitta e caro nimroth che le bigbabol spariscano può anche essere vero, ma solo perchè saranno sorpassate e avremo il blog delle avventure erotiche di quattro 15enni.
Poi non si tratta del fatto che solo la politica non tiri, del resto venivamo da un periodo di elezioni in cui o ti schieravi contro Berlusconi e ti mettevi una maglia con su scritto "Sono un coglione anch'io", oppure i dibattiti in tv ci avevano già oppresso abbastanza.Io parlo del fatto che qualsiasi altro argomento che abbia a che fare con cultura o arte, sia snobbato alla grande, mentre in giro dilagano forum su "grande fratello" "la fattoria" "uomini e donne" "amici" e tutte boiate del genere.Per carità, li guardo anch'io, non tutti di filato, giusto qualche spezzone, ma in modo disincantato e per capire qual è lo specchio odierno della nostra società e la mia conclusione è molto sconfortante.

Che il sesso sia l'argomento più gettonato della rete (e non solo) lo sapevamo tutti già da tempo. Francamente non ho il minimo interesse a conoscere le vicende e le abitudini sessuali altrui. E non ho voglia anche di dichiarare le mie. Quando mi interrogano ( o anche mi interrogo) sul motivo che mi ha spinto a realizzare un blog non trovo una rispota semplice ed immediata. Si tratta comunque di una combinazione di fattori che riflettono il mio modo di essere: c'è la mia passione per l'elaborazione grafica e per il computer; c'è la voglia di parlare di argomenti attinenti ai mie interessi e tanti altri aspetti che conoscete ed è quindi inutile elencarli.
La questione della ricerca degli "ascolti" è in parte un gioco che faccio che mi diverte; in parte è un modo di verificare attraverso il giudizio degli sconosciuti il mio valore, il mio carisma intellettivo.
Insomma, lo ritengo un modo per misurarsi socialmente e sono gratificato quando raccolgo consensi su ciò che ha attinenza con il mio mondo e con il mio modo di essere.
Se fosse solo una questione di audience avrei sicuramente inserito qualche immagine hot e qualche sex comment. Ma per quanto mi riguarda non ci sarebbe stato lo stesso gusto e lo stesso divertimento che provo ora.

Cara M. e cari tutti, mi era venuto di lasciar cadere su di voi dall'alto dei miei troppi anni sapienze antiche ed ammaestramenti utili a capire la vita. E stamattina rimuginavo di porvi di fronte al problema esistenziale di cosa spinga a riversare in un blog la propria voglia di segnalarsi esistenti e la punta di voyerismo che c'è in tutti noi. Poi ho acceso il pc e ho visto che proprio non ne avete bisogno perchè gran parte di quello che avevo da dirvi lo avevate scritto da voi. E allora scrivo a M. giusto perchè il suo contatore scatti di una unità in più.
Care cose
Mathusalem
p.s. Non ti preoccupare, M., anche ai miei tempi se ne chiacchierava tanto, oh quanto!!!!

Grande!!!...guarda io mi ero ripromesso di non scrivere più niente in internet ma dopo aver letto l'articolo sulle bigbabol non sono riuscito prorpio a trattenermi...

E' stato un week-end lungo e non sono passata dal blog per un paio di giorni, forse rosicavo ancora per le bigbabol di cui tutti ora parlano!
Mi chiedete di cercare i motivi per cui ho aperto un blog...per me è abbastanza semplice la risposta: sto vivendo un lungo momento di isolamento volontario (e ci tengo a sottolinearne la volontarietà), sono ritornata da un annetto in una città che non sento più mia o forse non ho mai sentito tale e non frequento molte persone o perchè lontane o perchè è passato così tanto tempo che non sono sicura di riconoscerle. Avevo bisogno di sfogarmi e per me scrivere è sempre stato una buona valvola, ma non un diario da quindicenne, volevo parlare di ciò che mi capita, di ciò che penso, cosa mi ha colpito oggi nel bene e nel male, trovando qualcuno che si riconoscesse nei miei pensieri. Nella presentazione ho scritto che sono aperta al confronto, ma se non c'è qualcuno con cui farlo non ha molto senso, per cui la mia non era una questione di audience, ma solo un 'analisi degli argomenti da affrontare per stanare qualche lettore.
Ora non vorrei passare per disadattata, non cerco amici nel web, parlo di argomenti che magari al tavolino del bar con i miei amici non affronterei e mi piacerebbe sapere che cosa se ne pensa in generale. E' anche per questo motivo che ho cercato di spiegare a qualcuno che volevo rimanere anonima, perchè chi mi legge non ha per forza bisogno di associare i miei pensieri ad un volto, mi può conoscere attraverso quello che scrivo e farsene un'opinione, buona o brutta poi dipende!
Saluti a tutti!

A parte che su politica, cultura ecc. bisogna avere qualcosa da dire e saperla dire e non le solite puttanate che si sentono alla televisione, se non vuoi quello con la Porsche perché gli fai l'elenco dei regali al tuo tizio?

Foto

Il mio mondo

Visited Countries
My Visited Countries
Chat box

Statistiche

web hit counter
statistiche
Antipixel

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog
Flickr
Credits

Distributed by:
Powered by :
Powered by Blogger

Powered by FeedBurner

Creative Commons License