"
About me

mikadosaim - Bari, Italy

Questo blog nasce un po' per gioco e un po' per sfogo in un periodo non buono della mia vita. Sono nota per quella che comincia tante cose, ma raramente le porta a termine, per pigrizia o forse per scarsa costanza e impegno. Mi riprometto spesso di cambiare e questo è il mio punto di partenza per un viaggio che non si sa quando finirà , ma a cui chiunque può partecipare per fare insieme anche solo un pezzo di strada o volendo tutto il percorso. Scoprirete una persona sensibile, curiosa, un po' introversa e timida, ma sempre disponibile al confronto e allo scambio di opinioni. Auguro Buon Viaggio a tutti !

Chi leggo

Singapore in B&W nimroth
Daveblog TvBoomerang
Cloridrato di sviluppina
Web al cioccolato Le malvestite La professora
Nuvole di parole

Post recenti
Pubblicazioni di Libero
Archivio
31 marzo 2006

Collezionismo



Oramai le opere pubblicate con i quotidiani hanno toccato tutti i temi possibili e immaginabili, dalla storia, all'economia, alla letteratura, alla psicologia passando per favole per bambini, romanzi passati e presenti, libri di cucina, enciclopedie e chi più ne ha più ne metta. L'ultima opera è del Corriere Della Sera con l'uscita de "I manuali del benessere". Correte signore e signorine che ci tengono a tenersi in forma, correte uomini - oramai anche voi bersaglio dell'industria del fitness - correte tutti a comprare gli ennesimi volumi, tutti colorati da tenere ben impilati e in ordine di numero nelle vostre librerie per riempirne i buchi e per essere forse un giorno sfogliati di sfuggita; oppure saranno proficui per i vostri figli per delle ricerche scolastiche, mi chiedo solo se saranno tutte uguali oppure si distingueranno in base al fatto che uno ha la collezione dei tomi dati con La Repubblica o quelli de Il Giornale.

Spesso si compra con l'idea che un giorno l'oggetto ci potrà tornare utile o anche che fa scena e dà un certo tono avere esposti mattoni che si occupano di qualsiasi argomento, tanto nessuno sa che giacciono lì intonsi e che hanno ancora l'odore fresco di stampa, ed è oltraggioso contemplare l'ipotesi di prendere solo le pubblicazioni che più potrebbero interessare, si interrompe un ordine prestabilito, si rischia di passare dal numero 3 al numero 7 sentendo il peso del vuoto che c'è in mezzo.

Prima o poi le materie saranno esaurite e si tornerà ad avere librerie che variano per gusti e interessi, o almeno io ci spero...


posted by mikadosaim at 12:31 | Permalink | 3 commenti
30 marzo 2006

Detesto 2


Pestare escrementi di cani nei giardinetti appena ripuliti, perché i loro "educati" padroni ancora non si sono attrezzati con busta e paletta, mentre il mio cane corre impazzito dietro a ogni lucertola...


posted by mikadosaim at 12:19 | Permalink | 0 commenti

Detesto 1


I servizi di moda in cui la location è incantevole, la modella è sublime, la fotografia è perfetta, ma proprio non riesco a vedere il vestito indossato nei suoi dettagli se non il prezzo a piè di pagina... inaccessibile !


posted by mikadosaim at 12:01 | Permalink | 0 commenti

Illusioni


Oggi leggevo un articolo sul Corriere della sera magazine sulla vendetta on line da parte di donne tradite dai compagni. L'idea è nata da una ragazza, che in seguito all'amara
scoperta di avere un fidanzato fedifrago, ha deciso di mettere su un sito - www.dontdatehimgirl.com - per allertare le altre eventuali fanciulle a non cadere nella rete delle bugie del suo amante.

La mia curiosità mi ha spinto ad andarci a dare un'occhiata; l'idea ha riscosso successo a giudicare dalle centinaia di pagine con uomini schedati con tanto di foto e accusati delle peggiori nefandezze, ma in fondo mi è venuto da sorridere.

Anche a me è capitato, più di una volta, di avere a che fare con bugiardi incalliti, col vizio della scappatella, ma soprattutto con un ego smisurato che li porta naturalmente a collezionare conquiste, ma, sempre per esperienza, so che avvertire un'altra donna sul pericolo che corre nel frequentare tale genere di persone, non ha nessun effetto, neanche se si tratta di una tua amica, anzi, potrebbe comprometterne addirittura il rapporto. Perché è innegabile, se lui ci sa fare, se ha fascino ed è un ottimo oratore, riesce a irretire qualsiasi donna, a manipolarla, a costruirle attorno un mondo irreale, ovattato di menzogne in cui lei si sente la sua regina e volontariamente chiude gli occhi su tutte le altre concubine. Noi donne siamo fatte così, poco solidali tra noi, sempre pronte a credere alle parole di un uomo che si mostra innamorato e convinte che non importa ciò che ha fatto lui in passato, non importa che è stato infedele con ogni donna che ha avuto in precedenza, no, con noi è diverso, non ci tradirà, perché noi siamo uniche e un po' speciali e possiamo cambiarlo...

Io personalmente ho abolito questa categoria di maschi come compagni di vita, però rimangono degli adorabili bastardi !



posted by mikadosaim at 11:24 | Permalink | 15 commenti
28 marzo 2006

Avviso ai navigatori


La vicinanza degli esami inizia a farsi sentire - mancano circa due settimane - e poiché mi sta venendo una certa cacazza, vogliate tutti quanti scusarmi se sono e sarò scostante nella condotta del blog.

Non solo siete esonerati, ma vi è proibito fare auguri di qualsiasi tipo (neanche gli "in bocca al lupo" sono consentiti ), da queste parti si è molto scaramantici ! Vi ringrazio anticipatamente per la cortesia.


posted by mikadosaim at 19:09 | Permalink | 1 commenti

...e luce fu !



Approfitto del mio blog per parlare di un argomento attuale, ma che ai pochi miei lettori forse non interesserà: Inquinamento e rifiuti.

L'altro giorno mi sono infiltrata ad un incontro dei Verdi su questa tematica, accompagnata da mio padre, il vero interessato per via di una causa in corso che prevede la costruzione nell'entroterra barese di un inceneritore o termovalorizzatore che dir si voglia ( soliti termini per ridurre l'impatto negativo della parola in sé ); sembravamo tanto la piccola Lisa Simpson accompagnata dal bieco Mr. Burns, nella puntata in cui il magnate perde la sua centrale nucleare e la ingenua studentessa lo aiuta a recuperare fama e denaro ritrovandosi una fabbrica a suo nome che si occupa di riciclaggio, ma non nel vero e proprio senso ambientalista.

Ho ascoltato silente la presentazione del presidente di Legambiente, di quello dell' AMIU e di un deputato dei Verdi, ed essendo a conoscenza dei fatti, mi sono incarognita per la cattiva informazione che si fa, o meglio della distorsione dei dati che si attua per perorare la propria causa.

I dati sulla raccolta differenziata in Puglia sono sconcertanti, la media regionale è del 13-15 % contro il 35% che era previsto come obbiettivo dal decreto Ronchi da raggiungere entro il 2003 ( considerando che tale decreto è entrato in vigore nel lontano 1997 ). I Verdi come loro politica vogliono potenziare questo sistema per evitare di ricorrere all'inceneritore ( il sorpassato piano Fitto ne prevedeva la costruzione di 8 solo per la Puglia ), ma per quanto anch'io mi consideri ambientalista e per quanto abbia ancora un'esperienza limitata nel settore, non gradisco che mi si butti fumo negli occhi. Ho sentito dire che in Italia, e nello specifico in Campania, è allarmistico parlare di "emergenza rifiuti" e ho sentito dire che con uno sforzo porteranno la percentuale dal misero 15% ad un ottimistico 50% (fatemi fare qualche calcolo, in circa 9 anni non hanno neanche raggiunto il minimo previsto e ora vogliono addirittura superarlo ?!? ). E' utopistico di questi tempi pensare che tutto possa essere risolto dalla mera raccolta differenziata, uno perché non si è detto che essa stessa ancora comporta dei problemi ( non tutta la carta raccolta viene in realtà riciclata e la plastica riciclata ha dei costi supplementari rispetto alla plastica "nuova" su cui comunque dovrebbe intervenire lo Stato ), due perché essa è solo il primo step di un ciclo che per forza di cose si conclude con l'incenerimento. Non starò qui a tediarvi con tutti i passaggi né tanto meno a esporvi i contro del termovalorizzatore ( indubbiamente ce ne sono ), ciò che mi preme far notare è che se io fossi stata una cittadina che non avesse avuto nessuna base o conoscenza in materia, sicuramente da come sono state presentate le cose avrei pensato "Abbasso gli inceneritori!" e avrei sfilato in cortei per impedirne l'edificazione e sono quasi certa che sarà ciò che succederà nel momento in cui dovesse passare il piano. Che i politici debbano approfittarsene dell' "ignoranza" popolare è una cosa che alla fine danneggia tutti, io intanto ,nel labirinto delle varie possibilità che mi si prospettano, ho trovato un eventuale argomento di tesi !


posted by mikadosaim at 18:19 | Permalink | 4 commenti
26 marzo 2006

aviaria




Da mesi oramai sui media di tutto il mondo, le parole che più echeggiano sono pandemia, virus H5N1, mutazione del virus... e giù numeri e cifre di decessi umani e di volatili uccisi dall'aviaria o per mano dell'uomo in via preventiva.

Ogni giorno si compila il bollettino di guerra, si segna con una bandierina su una mappa il paese in cui è arrivato, si agitano le masse, si fa crollare il mercato del pollo e nessuno che pensa a questi poveri uccelli decimati da quella che io considero la loro peste bubbonica. Sono un'animalista convinta e mi rincresce per queste creature, ma il Signore mi deve spiegare perché ha risparmiato i piccioni da questa sciagura. Dico io, proprio i più numerosi, i più scassaballe, i più tubanti che imbrattano le nostre città e i nostri monumenti con i loro escrementi dovevano essere salvati?!?

Sì, lo so, anch'io una volta ho cercato di preservare la loro specie; una giovane e inesperta mamma aveva deciso di deporre un paio di uova in una fioriera sul mio balcone e non solo questa era troppo esposta al sole, ma per via della presenza del mio agguerrito felino, il povero piccione riusciva a covare solo poche ore al giorno,alla fine ci ha pensato la mia di mamma a sbarazzarsi di tutto ( non vi dirò in quale modo, troppo crudele ) quindi niente più pulcini.

Ma ora, dopo che questi animali sono stati la fonte ispiratrice della più stupida canzonetta ( o dovrei dire filastrocca? ) vincitrice del Festival di Sanremo, io non voglio più vedere né piccioni né Povia coi suoi paragoni da quattro soldi e i facili sentimentalismi.


posted by mikadosaim at 17:08 | Permalink | 13 commenti

Stranamore



Lo confesso, ma non mi punite, venerdì sera ho guardato Stranamore. Vorrei dirvi che mi sono immolata per dovere di cronaca, o per spingermi ai confini del trash, ma la pura verità è che ero alla frutta e dovevo immedesimarmi con qualcuno. Eh sì, perché se da una parte mi scompiscio dalle risate guardando i filmati ciclostilati, tutti assomigliantisi, in cui l'incipit è sempre " Amore (o nome del tizio a cui è destinata la registrazione ), guarda cosa sono arrivato/a a fare, se sono qui davanti alle telecamere e davanti a milioni di italiani ( ma dove?, qui ci sono solo io e i disgraziati in studio ) , è perché non posso più vivere senza te ...", il tutto condito da singhiozzi, singulti e lacrime a volontà, dall' altra, quando sono particolarmente fragile e vulnerabile, sono vittima dell'empatia che mi porta a stabilire un filo conduttore tra me e l'interessato e finisco col vivere le sue sensazioni come se fossero le mie emozioni e giù in lacrime anch'io...

Sono pazza? Forse, io direi che al limite sono eccessivamente sensibile e ho una certa dose di masochismo nell'andare a cercare volontariamente queste situazioni. Ritornando al programma, quest' anno non sarebbe dovuto andare in onda, forse sarebbe stato meglio che fosse morto col suo conduttore storico, Alberto Castagna, per rispetto nei suoi confronti o perché nessuno avrebbe potuto raccoglierne l'eredità e portarlo ai suoi stessi livelli; non che lo considerassi il re degli anchormen, ma la logica dello " Show must go on " non può e non deve valere sempre, ci sono momenti in cui una trasmissione che va avanti imperterrita dal 1994 necessita di chiudere i battenti, anche solo per impedire a me di soffrire ancora!


posted by mikadosaim at 16:53 | Permalink | 4 commenti
24 marzo 2006

Questioni di sub


Ero indecisa, dopo la mia deportazione da Genova a Bari, avevo lasciato in sospeso il mio brevetto da sub categoria Open water, pensando che prima o poi l'avrei ripreso e completato, ma dopo ciò che ho visto ieri in un filmato di Real TV, non ne sono più tanto convinta...

Tra un' inquadratura delle cosce e una delle tette di Ainett Stephens, la nuova conduttrice del programma scelta sicuramente per le sue doti linguistiche e non di certo per la sua presenza fisica, è andata in onda una ripresa di un' esplorazione subacquea di un relitto . Quando il malcapitato sub si è accinto a passare attraverso un'apertura per accedere all'interno del sottomarino, è stato aggredito da una piovra gigante che aveva fatto del relitto la sua tana. Non aveva di certo le dimensioni dell' Architeuthis che avvolge nei suoi tentacoli il Nautilus di "20.000 leghe sotto i mari", ma era di di sicuro un bel bestione! Questo gli si è letteralmente appiccicato alla faccia con una presa a ventosa, dalle immagini ho creduto gliela volesse succhiar via, e gli stava staccando via maschera e respiratore. A giudicare dalle riprese, il sub ha fatto un notevole sforzo a liberarsi dalla presa, senza che ovviamente l'operatore che stava girando la scena abbia mosso un dito in suo soccorso, e sono stata colta da una fastidiosa sensazione di oppressione e claustrofobia, anche se non è il termine esatto.

Io mi chiedo perché, perché ho scelto questa facoltà, se avessi saputo prima di tutti i mostri marini che ci sono negli abissi, abominevoli solo a guardarli nelle foto, e non mi fossi lasciata incantare dagli intelligentissimi cetacei, a quest'ora chissà dove sarei... naturalmente esagero,come sempre !


posted by mikadosaim at 17:23 | Permalink | 4 commenti
23 marzo 2006

Parole in libertà


Non ho il mio thé, perché si sono dimenticati di comprarlo, le mie sigarette costano ogni giorno di più, per cui accenderò un mutuo solo per continuare a permettermi questo piccolo vizio - a proposito, se i ragazzini di oggi iniziano a fumare, vuol dire che o gli date una paghetta troppo alta o vi spariscono i soldi dal portafoglio oppure ancora pestano qualcuno a scuola - e sono una donna affranta per la lontananza del mio correttore di bozze, per cui il mio post quotidiano non sarà altro che un collage di notizie lette in giro...

Si parte dall' ultima abbastanza fresca, in cui mi trovo pienamente d'accordo con le affermazioni rilasciate dalla giornalista, la quale se ne sta " tranquillamente in Sardegna per promuovere il suo libro ". Forse l'intento di colui o colei che ha scritto questo improponibile articolo voleva farmi immaginare la Sgrena in pareo sulla spiaggia, con in mano un bicchiere di Margarita mentre si atteggia a giudice supremo delle altrui vite, ma non è così. Ha espresso ciò che anch'io ho pensato quando ho letto la notizia della medaglia d'oro conferita a Quattrocchi. Non si sta parlando certo del fatto che ci sono vite umane di serie A e vite umane di serie B, si sta solo mettendo in discussione i motivi per cui una medaglia all'onore e al valore venga assegnata ad un uomo che ha pronunciato una frase che, secondo alcune fonti, è stata distorta dal suo vero significato e si è voluta leggerla in chiave nazionalistica ed eroica quando in realtà non era così. E così mi spiegherei anche la reazione feroce del centrodestra, ora spero solo che la Sgrena non faccia un comunicato stampa per ritrattare le sue parole...

Le successive sono tutte più frivole:

  1. I gusti di Stefania Orlando sono pessimi, è partita dall' ormai ex marito Andrea Roncato, passando da Antonio ex butterato Cassano, per finire con apprezzamenti sul bravo ma inquietante Morgan ex Bluevertigo...

  2. Qualche giorno fa, sempre su Tgcom , c'era un articolo, che non riesco più a trovare ( sono un'impedita, lo so! ), in cui alcuni chirurghi estetici facevano una stima di quanto avrebbe speso Demi Moore per cancellare i segni del tempo dal suo corpo e la cifra si aggirava intorno ai 300.000 dollari...dentro di me ho pensato, bella forza, ecco perchè i soldi fanno tutto nella vita ! (chi riesce a trovare l'articolo riceve in premio una rinoplastica o un paio di iniezioni al botox )

  3. Sono a rischio anch'io, lo ammetto, mi faccio di Supradyn, di ginseng e ultimamente di guaranà per non addormentarmi sui libri...però non sono per niente incline alle droghe, mi sarà capitato nella mia vita al massimo di fare due tiri di spinello, prima di collassare a terra e decidere di non provarlo mai più...un giorno vorrò anch'io essere pagata per fare le più stupide ricerche !





posted by mikadosaim at 18:30 | Permalink | 6 commenti
22 marzo 2006

La mia cattiva stella




Oramai è scientificamente provato, ho seguito il metodo galileiano, ho fatto varie prove e dopo che ho ottenuto sempre lo stesso risultato, posso finalmente affermare che la mia tesi, secondo cui ogni volta che devo portare il cane fuori, anche solo per 10 minuti, e fuori il tempo è un po' minaccioso, è sicuro che inizia a piovere esattamente nel momento in cui ho messo piede fuori dal portone e ho lasciato l'ombrello a casa, da oggi diventa legge inconfutabile.

Non c'è niente da fare, se porto l'ombrello non piove, se non lo porto ritorno infradiciata come la bestiola che mi sta accanto.

Spiegazione del fenomeno: non sono nata sotto una buona stella.

Inizio a credere che l'Astrologia sia la vera suprema scienza che governa l'Universo, tra un po' mi ritroverò anch'io indebitata per milioni di euro dopo aver sparso del sale per la casa sotto consiglio di un mago brasileiro, cercando di scacciare il malocchio o la fattura che mi ha fatto qualcuno. Me lo ricordo bene quando, da ragazzina, camminavo per strada con una mia amica e ci eravamo convinte di essere delle parasfighe, nel senso che attiravamo su di noi tutta la sfiga e l'energia negativa di coloro che ci stavano intorno e ora, a distanza di 10 anni e più, mi rendo sempre più conto che la mia stella fa veramente schifo !

P.S. Il mio correttore ufficiale di bozze è partito, per cui se notate eventuali errori di battitura, ma non solo, abbiate la gentilezza di segnalarmelo senza farmi fare esagerate figure di m....! grazie.



posted by mikadosaim at 16:54 | Permalink | 9 commenti
21 marzo 2006

Giandujotti !




Quanto mi piaceva da piccola dividere la carta stagnola color oro dalla velina trasparente dei Giandujotti senza che nessuna delle due si rompesse... e lo faccio tutt' ora !


posted by mikadosaim at 21:06 | Permalink | 2 commenti

Desperate housewives


Ora che, per motivi di studio, rimango spesso a casa la mattina ho capito il motivo per cui le casalinghe diventano disperate... non è certo perché devono stare dietro ai marmocchi, gestire da sole un' intera casa e sapere che non possono contare sui rispettivi mariti - quello lo fanno anche le donne lavoratrici - no, loro si esauriscono perché ogni mattina si devono preparare ad affrontare un' estenuante guerra contro il proliferare degli infiniti operatori di telefonia fissa, i quali non contenti di aver già invaso di spot pubblicitari il tubo catodico, hanno pensato bene di guadagnarsi qualche contratto in più telefonando direttamente a casa della gente.

Tu sei lì, impegnato seriamente a fare dell' altro, quando iniziano a susseguirsi telefonate di poveri ragazzi costretti ad elencarti tutta una serie di promozioni che dovrebbero ammaliarti per indurti a lasciare la Sirena Telecom, a non pagare più il suo canone imposto e iniziano contrattazioni su quanti minuti di conversazione gratis ti offrono sulle telefonate interurbane o extracontinentali al mese...

Io rimango paziente, sono gentile, in fondo stanno facendo il loro lavoro, gli spiego con calma che no, grazie, non voglio la preselezione, no, non m'interessa ancora fare telefonate su Marte, no, ho una strafottuta flat con tutto incluso e mi va benissimo il prezzo che pago e se avessi voglia di cambiare so andarmi a cercare da sola un contratto più vantaggioso che sappia soddisfare le mie esigenze !

Rivoglio il mio stramaledetto diritto a non essere perseguitata a casa da proposte commerciali, voglio impugnare il mio diritto alla privacy e a non essere rotta di palle quando ho da fare, per favore cancellate il mio nome dagli elenchi telefonici o aprite una lista coi nomi di coloro che non vogliono essere "violentati" e sommersi da alcun tipo di proposta ! ! !

E visto che ci sono, faccio un appello anche agli operatori di telefonia mobile, non voglio essere più inondata di sms che mi propongono di scaricarmi la suoneria dell' ultimo peto di Alvaro Vitali o dell' ultimo rutto di Bisteccone Galeazzi, non sono interessata !


posted by mikadosaim at 17:11 | Permalink | 4 commenti
20 marzo 2006

Proud to be etero



Ieri sera ho scoperto con mio grande stupore che Russell Crowe, l'attore che si é fatto conoscere dal grande pubblico per l'intensa rappresentazione del generale Massimo Decimo Meridio ne " Il Gladiatore " e che ha conquistato cuori di milioni di donne grazie al suo fascino da duro e maledetto, diventando l'icona e il simbolo della virilità e del machismo, nel 1994 è stato anticipatore di uno dei temi più discussi in questi ultimi tempi girando un film " The sum of us ", che ancora oggi molti suoi colleghi si rifiuterebbero di fare, nei panni di un gay.

Non vi dirò che la storia raggiunge gli stessi livelli di Brokeback Mountain, nè tanto meno mi sognerei di dargli una valutazione così alta come ha fatto IMDb , l'unica cosa che ho trovato veramente divertente è stato il character del padre, ma non potrei mai usare toni osannanti come questo spettatore:

This movie is the most delightful example of REAL family values ever made. Russell Crowe is adorable as the rugby-playing gay son of a charming Sydney widower played by Australia's favorite actor, Jack Thompson. This movie was number one at box offices across Australia when it came out, and it is a pity it never got wider showing in America, because it is brilliantly made, beautifully performed, and so important that it should be required viewing for all families.


Sarà, ma è un lungo periodo che non si parla d'altro, nella nuova serie dei Simpson, ad esempio, non c'è un solo episodio che non contenga un esplicito riferimento al mondo gay...nulla in contrario, ma senza essere moralista non mi stupirei se tra un po' andrà di moda avere liaisons omoaffettive e io mi ritroverò a sfilare in cortei mostrando striscioni con su scritto « Proud to be etero » !


posted by mikadosaim at 17:49 | Permalink | 4 commenti
19 marzo 2006

La domenica


La panoramica televisiva della domenica pomeriggio per chi, come me, non ama il calcio e non possiede né Sky né il digitale terrestre, è desolante.

In generale non mi piace il genere del " varietà " o del cosiddetto intrattenimento, eppure questo giorno della settimana è dedicato a tale tipo di spettacolo; potrei ripiegare su un più meritevole programma quale Alle falde del Kilimangiaro, ma la conduttrice non riscuote particolarmente le mie simpatie, sarà per quell' aria da santa perfettina e saputella, coi suoi occhioni azzurri e i riccioli d'oro, ma no, proprio non ci riesco a farmela piacere.

E allora mi rimane ben poca scelta e quando ho veramente voglia di farmi del male e resisto all'impulso di spegnere tutto, sbircio quel gran carrozzone da circo che è diventato Buona domenica. Non riesco a starci più di due minuti, ma provo l' irresistibile desiderio di vedere quanto in basso si possa arrivare senza che il fondo sia stato ancora raggiunto, perché si sa, al peggio non c'è mai fine.
È un ricettacolo di illustri sconosciuti, raccattati, nel vero senso della parola, dai vari reality svoltisi sulle reti Mediaset, e semi-conosciuti caduti in disgrazia che per apparire farebbero di tutto, come anche travestirsi da patetici personaggi ed essere canzonati tutto il tempo nell' illusione di sembrare divertenti o comici. Il tutto capeggiato da un sempre più rincoglionito - passatemi il termine - dottor Costanzo, che con la complicità della signora De Filippi, riversa nel suo programma un' ulteriore vagonata di inutilità che proviene dai vari format della di lui moglie.

Passare da loro è davvero la strada più facile per il successo? Significa ancora avere quella tanto agognata visibilità che poi li porterà a guadagnarsi qualche anfratto nel mondo dello spettacolo? Alcuni ci riescono ( con mio sommo rammarico, perché significa dare uno schiaffo morale a chi è veramente preparato ), ma su altri si spegneranno presto i riflettori e ritorneranno nell'ombra delle loro vite spese a cercare la via più veloce di accesso a un mondo che in fondo non ha così tanto spazio da dare... fatto sta che io considero un eroe chiunque riesca a passare sei ore di filato in loro compagnia...


posted by mikadosaim at 19:52 | Permalink | 2 commenti

Spazzatura


...la notizia è datata ed è stata abbondantemente riportata nei vari blog, ma più ci penso e più rimango indignata.


La dovrebbero ribattezzare Stefania Ignobile : piuttosto che pensare a contatti o eventuali
contratti nel mondo del porno, meriterebbe che non le fosse più data così tanta attenzione dai media e che la dimenticassero all'interno di una cella delle dimensioni 1 m x 1 m per il resto dei suoi giorni, altro che 13 anni !


posted by mikadosaim at 17:07 | Permalink | 5 commenti
17 marzo 2006

Serie TV


Ci sono molte cose che non capisco dei palinsesti televisivi, ma su una in particolare non ho ancora sciolto i miei dubbi.

Ieri sera seguivo " C.S.I. New York " su Italia1 e al termine della seconda puntata, come sempre accade, stavo per spegnere la tele e andarmene a letto, ma mi sono dovuta fermare perché a ruota ne è cominciata una terza. Pur non essendomi ancora affezionata a questo spin-off e nonostante l' incipiente sonnolenza, sono rimasta a seguire l'episodio, peraltro molto scorrevole e che lo ha fatto risalire di qualche punto ai miei occhi. Ho scoperto solo nella pausa pubblicitaria che dalla settimana prossima iniziano le nuove puntate dell'originale C.S.I. Las Vegas V serie, che rimane sempre la mia preferita.

Ora, io capisco che per loro esigenze non potevano far avanzare una sola puntata e l'hanno appiccicata ad altre due, però, oltre a non essere abituata a fare indigestione di scene cruente, cadaveri squartati su lettini dell'obitorio, interrogatori pressanti e ritmo serrato di narrazione - anche se sono proprio gli elementi che mi hanno conquistata -, mi sono sempre chiesta per quale motivo in America le puntate delle varie serie tv vengano centellinate col contagocce in modo da tirarla per le lunghe e far durare l'intera serie quasi un anno, mentre da noi si assiste ad un generoso elargimento con quattro puntate nella prima settimana di programmazione per far conoscere il telefilm e catturare l'attenzione del pubblico e due puntate per volta nelle settimane a seguire.

Insomma, per chi ,come me, sta seguendo la serie " Lost " direttamente dagli Stati Uniti sa quanto sia estenuante aspettare una sola puntata alla settimana, con frequenti interruzioni per le vacanze o per puro sadismo degli sceneggiatori, mentre noi del pubblico siamo lasciati a rantolare in preda a crisi di astinenza, però è anche vero che finita la serie tempo tre mesi di vacanza estiva e subito si riparte con la nuova !
In Italia invece siamo abituati ad avere tutto insieme e subito, con ingordigia in un paio di mesi esauriamo una serie fatta da una ventina di puntate in media e poi ci ritroviamo ad aspettare per altri 10 mesi che inizi la nuova, nel frattempo per riempire i buchi si rimandano dall'inizio tutte le precedenti, tanto per rinfrescarci la memoria; ma caspiterina, la mia di memoria funziona benissimo !

E allora io non l'ho ancora capito cos'è meglio,la formula "aspettare e durare" o quella "tutto insieme e lunga pausa"?

A proposito, detesto quando le pause pubblicitarie sono sincronizzate, non si riesce più a fare lo zapping di una volta!



posted by mikadosaim at 17:06 | Permalink | 1 commenti
15 marzo 2006

il terremoto




Stanotte mi sono svegliata all' improvviso, ho sentito il pavimento tremare e sono stata qualche minuto a interrogarmi se fossero scosse di un terremoto lontano...

...no, è un attacco epilettico del mio cane , povera cucciola ! E io che pensavo che l'epilessia dei cani fosse solo un' invenzione letteraria dello scrittore Daniel Pennac che, attraverso la figura del cane Julius e delle sue crisi, anticipa grandi sconvolgimenti all'interno della tribù dei Malaussène .

Ad ogni modo, in casa mia è tornata la calma, il cane è un po' provato e io vorrei tornare presto a perdermi per le vie di Belleville...




posted by mikadosaim at 16:50 | Permalink | 0 commenti
14 marzo 2006

Raccolta differenziata


Io nel mio piccolo ci ho provato...

Dopo aver riscontrato un buon risultato all'interno del mio nucleo familiare, ho provato a estendere le semplici regole della raccolta differenziata anche a parenti e amici, ma non posso dire di aver avuto lo stesso successo.

Le scuse sono sempre le stesse, è vero che può risultare fastidioso avere più di un bidone della spazzatura in casa ( ne basterebbero solo due, umido e differenziato, poi l'operazione di smistamento la si può direttamente effettuare all' isola ecologica,questa sconosciuta ), ma non venitemi a dire che i bidoni differenziati sono troppo lontani da casa o che tanto poi il Comune butta tutto indistintamente nelle discariche...


Insomma, basterebbe solo un piccolo sforzo in più, un pizzico di coscienza civile, un pensiero alle generazioni future ( ai vostri figli o a quelli che devono ancora arrivare ) e non saremmo come sempre agli ultimi posti nelle classifiche !

La Gazzetta del Mezzogiorno on the web


posted by mikadosaim at 19:43 | Permalink | 0 commenti

Shopping e latte caldo


Maledetta diffidenza...

Stamattina, in preda alla sindrome da shopping compulsivo da cui ero afflitta da qualche giorno, non avendo dato ancora sfogo a questa malattia, mi sono precipitata in strada con la ferma convinzione di prendermi finalmente quelle "cosine" che desideravo da una settimana... ero talmente posseduta dal desiderio di raggiungere il mio obbiettivo, che, senza quasi rendermene conto, mi ha fermato una tipa di età non definita chiedendomi il favore di prenderle un latte caldo perché non aveva ancora mangiato niente dalla mattina... risposta mia: " Mi spiace,non ho soldi con me. "

Tempo due secondi e dentro di me si è scatenata una guerra senza fine con la mia coscienza..." Non hai soldi?!? Ma come,stai per andare a prosciugare il tuo conto in banca in cazzate inutili,quando una poveretta ti ha chiesto un misero latte caldo? Non ti sei fermata neanche un attimo per guardarla in faccia, tanta era la vergogna per quella insulsa bugia! "

Lo ammetto, mi sono sentita un verme e mi sento così tuttora... è che non sono lucida quando vengo fermata da uno sconosciuto per strada, prevale il mio istinto di pericolo e della fretta di togliermi il prima possibile da situazioni sconvenienti, soprattutto quando sono da sola; ci metto un po' a razionalizzare quello che mi stanno chiedendo, nel frattempo il mio cervello ha già elaborato la scusa più pietosa per scapparmene...

Io credo sia quella stramaledetta diffidenza che i nostri genitori ci hanno inculcato quando eravamo piccoli:" Non dare mai confidenza agli sconosciuti !", oppure è per via di tutte le vicende di insana violenza che si consumano ai giorni nostri che mi sono cucita addosso una corazza di indifferenza, non so, fatto sta che ho avuto per tutta la mattina un latte caldo in gola...

Cercasi disperatamente soluzioni per rimediare al senso di colpa.



posted by mikadosaim at 17:26 | Permalink | 4 commenti
13 marzo 2006

La mia colonna sonora



Mi piace l’idea che la mia vita scorra sulle note di una canzone che le fa da colonna sonora.Succede a tutti di infilarsi le cuffie dell’ I-pod,alzare il volume e mettere in loop la stessa canzone per ore ed ore, e così – isolato dal mondo esterno – ritrovi che ogni tuo gesto più banale è accompagnato da una musica che ti circonda e ti sommerge, come in quei film in cui a un certo punto le voci degli attori vanno sfumandosi per lasciare spazio al crescendo della musica e resti ad osservarli mentre parlano,ma non sai cosa dicono.

Ebbene, la mia colonna sonora degli ultimi giorni è Hide and Seek degli Imogen Heap


Where are we
What the hell is going on
The dust has only just began to fall
Crop circles in the carpet, sinking, feeling
Spin me around again and rub my eyes
This can't be happening
When busy streets a mess with people would stop to hold their heads heavy

Hide and seek
Trains and sewing machines?
All those years they were here first

Oily marks appear on walls
Where pleasue moments hung before
The takeover, the sweeping insensitivity of this
Still life

Hide and seek
Trains and sewing machines
Oh, you won't catch me around here
Blood and tears they were here first

Hmm what you say
Oh that you only meant well, well of course you did
Hmm what you say
Hmm that it's all for the best, of course it is
Hmm what you say
That it's just what we need, you decided this
Hmm what you say
What did she say

Ransom notes keep falling at your mouth
Mid-sweet talk, newspaper word cut outs
Speak no feeling no i don't believe you
You don't care a bit






posted by mikadosaim at 20:05 | Permalink | 2 commenti
Foto

Il mio mondo

Visited Countries
My Visited Countries
Chat box

Statistiche

web hit counter
statistiche
Antipixel

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog
Flickr
Credits

Distributed by:
Powered by :
Powered by Blogger

Powered by FeedBurner

Creative Commons License